La Dolomiti Bellunesi fa bella figura a Udine. Poker dei friulani di A, trafitti però da Petdji

Lo staff della Dolomiti Bellunesi sul prato della Dacia Arena

Alla Dacia Arena è stata a tratti una partita “vera”. Ha debuttato nella ripresa il nuovo portiere Lombardi

A testa alta. Anzi, altissima, contro una squadra magari senza alcune pedine titolari ma pur sempre di serie A, ed inoltre scattata benissimo nel nuovo campionato.
La Dolomiti Bellunesi apparsa lenta e un po’ impacciata contro il Liapiave ha ceduto ieri sera il posto ad una versione coraggiosa e battagliera. Quella che servirà per vincere le partite ufficiali dalla prossima settimana in avanti, tra coppa e campionato. Due reti subite per tempo, e ci sta eccome. Qualche occasione concessa sì, altrettanto ovvio, ma neppure chissà quante.
E in attacco? Bè, è arrivato il gol di uno scatenato Petdji, tra i migliori in campo. Non solo però. Corbanese qualche pensiero al trio difensivo bianconero lo ha creato, Sivilla si muove davvero bene. In generale comunque promossi a pieni voti i bellunesi, portieri compresi. A proposito, è arrivato l’estremo difensore mancante, da affiancare a Masut.

Si chiama Lorenzo Lombardi, è nato come il collega nel 2003 e i tifosi dell’Union Feltre se lo ricorderanno eccome dalla penultima giornata dello scorso torneo con il Chions. Parò di tutto, rigore a Benedetti compreso.
CRONACA
Più accorto l’undici iniziale rispetto al solito. Lauria toglie il trequartista - abbassando De Paoli ad esterno mancino - e inserisce Vodopivec in mezzo. 3-5-2 quindi, a pareggiare il modulo della compagine guidata da Luca Gotti.
C’è a lungo partita e lo sottolineano con frequenza anche i commentatori di Udinese Tv, unico modo per vedere il match considerate le porte chiuse. Poi Deulofeu, ex Milan e Barcellona, fa quello che vuole al minuto 23, saltando un paio di avversari e infilando di potenza un bolide sotto l’incrocio. Lo stesso spagnolo ad un minuto dall’intervallo offre a Jajalo il tap - in del raddoppio.
Nel frattempo esce per una botta a metà frazione Vodopivec, dentro Tibolla. Ad inizio ripresa Dolomiti vicinissima alla rete con una conclusione a fil di palo di Onescu e una punizione pericolosa di Corbanese. Beto fa 3-0, ma Petdji si toglie la soddisfazione di battere Silvestri ed è una piccola vittoria di giornata. Nel finale Okaka chiude i conti e forse è quasi una punizione fin troppo severa per i bellunesi. Che hanno dimostrato il loro valore, e adesso intendono proseguire lungo la strada tracciata.
PRESENTAZIONE
Intanto il calendario della Dolomiti si arricchisce di un appuntamento. Giovedì alle 20.30 in Birreria Pedavena c'è la presentazione ufficiale di prima squadra, staff tecnico e dirigenza. Nell'occasione, verranno svelate anche le maglie da gioco e il nuovo sito web.

Video del giorno

Quirinale, la rabbia di Renzi contro il centrodestra: "Sono irresponsabili, basta bambinate"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi