Venice Marathon: De Benedet il miglior bellunese

Bruno De Benedet, miglior bellunese al traguardo

Anche l’agordino Ronchi nei primi cento. Emanuela Zaetta vince la 10 km riservata agli arbitri

Bruno De Benedet ed Erwin Ronchi nella top 100 della Venice Marathon.

Il comeliano e l’agordino sono stati i migliori bellunesi ieri in laguna.

De Benedet, classe 1974, tesserato per l’Atletica Comelico, ha portato a termine la propria fatica in 3h00’44” (3h00’39” il real time), chiudendo in 81ª posizione assoluta, 76° uomo e 20° di categoria (Sm 45).

«Sono davvero contento», esordisce De Benedet, che è alla nona maratona in carriera e ha il tempo di 2h58’15”, stabilito ad Amsterdam nel 2017, come migliore prestazione. «Venezia è una maratona dura, con i ponti spacca gambe nel finale. Oggi, inoltre, c’erano anche lungi tratti con vento contrario. Sono andato un po’ sopra il mio personale ma va bene così: sono molto soddisfatto per questo mio esordio alla Venice marathon e per questo mio esordio in Italia: finora, infatti, avevo corse sempre maratone all’estero».

Di poco sopra le 3 ore, ieri, è stato il riscontro cronometrico di Erwin Ronchi: l’atleta agordino, tesserato per la pordenonese Atletica Edilmarket Sandrin, ha tagliato il traguardo in 3h03’48” (3h03’45” il real time), un tempo che gli è valso l’89ª posizione assoluta, 83° uomo e 12° Sm40.

«A settembre ho gareggiato alla maratona di Vienna, chiudendo in 2h56’ ma non ero contento» spiega Ronchi che al suo attivo ha una ventina di gare sui 42.195 chilometri e il tempo di 2h47’, stabilito a Verona qualche anno fa, come personal best. «Qui a Venezia sono stato bene fino attorno al trentesimo chilometro, poi ho dovuto tirare i remi in barca: due maratone a così breve distanza non sono facili d gestire. Ho chiuso comunque in 3h03’, non si butta via niente», dice ancora sorridendo Erwin che conclude: «Come percorso Venezia è la maratona più bella: i passaggi a fianco del Brenta e quelli in città sono qualcosa di unico».

I MIGLIORI BELLUNESI

81. Bruno De Benedet (Atletica Comelico) 3h00’44” (3h00’39” real time); 89. Erwin Ronchi (Atletica Edilmarket Sandrin) 3h03’48” (3h03’45”); 130. Nello Bruno De Colò (Atletica Agordina) 3h08’20” (3h08’10”); 136. Igor Olivotti (Gs La Piave 2000) 3h09’26” (3h08’13”); 339. Luciano De Col (Associazione Giro delle Mura Città di Feltre) 3h24’29” (3h24’14”).

Emanuela Zaetta vince tra gli arbitri

Ieri, come consuetudine, la trentacinquesima edizione della Venice Marathon ha proposto anche degli eventi collaterali e, in particolare, la gara sui 10 chilometri. All'interno di questa, si è svolta la prima tappa della RefereeRun, il Campionato di corsa per arbitri di calcio. L’appuntamento, promosso dalla Commissione eventi dell’Associazione italiana arbitri, ha visto imporsi la feltrina Emanuela Zaetta: la feltrina si è imposta nella classifica in rosa dell'Aia completando il tracciato con il tempo di 51' 20''. Nella classifica assoluta (1.129 i concorrenti classiifcati), Zaetta ha chiuso al 272° posto (32ª donna).

Video del giorno

Arabba, gattisti al lavoro per preparare le piste

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi