Trezzi: Limana Cavarzano – Fiori Barp sarà un grande derby

Ulisse Trezzi con gli altri dirigenti del Limana Cavarzano

Sabato alle 14.30 l’attesissima sfida di Promozione. Il presidente dei padroni di casa: «Ci aspettiamo molti tifosi. Non abbiamo nessun obbligo di salire in Eccellenza»

Nessun obbligo di vincere il campionato, come sostiene uno dei due presidenti, Ulisse Trezzi. Al tempo stesso, tanta voglia di vivere un bel derby contro il Fiori Barp e ovviamente provare ad ottenere i tre punti, che tra l’altro significherebbero sorpasso e ritorno in vetta.

Il Limana Cavarzano non sta di certo facendo drammi per lo slittamento al secondo posto, come conseguenza degli ultimi tre pareggi consecutivi. Certo si sentiva più a suo agio lì in cima davanti a tutti, ad ogni modo ci mancherebbe altro fare conti dopo otto giornate di campionato. In casa giallorossoblù permane eccome la fiducia in vista del derby in programma sabato a Limana contro il Fiori Barp primo in classifica e avanti di due lunghezze (20 a 18).

Nel frattempo, è la questione pubblico forse a destare maggiori preoccupazioni nella società di casa. Ci sono pochi posti a sedere nell’unica tribuna centrale e molti dovranno accontentarsi di vedere l’incontro a bordo campo. Ma anche lì, vanno evitati gli assembramenti. La società si sta organizzando e qualcuno aveva addirittura pensato ad un campo alternativo dove giocare. Forse mancano i tempi tecnici, però di sicuro con il bel tempo è facile ipotizzare l’arrivo di diverse centinaia di persone.

Presidente, partiamo proprio da questo tema. È previsto un grande afflusso di pubblico.

«Abbiamo tutte le migliori intenzioni di accogliere al meglio chi verrà al campo. Purtroppo, però, vanno fatti i conti con le limitazioni del caso. Sugli spalti non possono sedersi più di un’ottantina di persone e immaginiamo che oltre un centinaio di spettatori lungo la recinzione non si possa andare. Andranno distribuiti bene lungo il perimetro di gioco. Di certo cercheremo di essere rigorosi nei controlli e diversi volontari aiuteranno nel controllo green pass e vendita dei tagliandi, che oltre una certa soglia non andranno più staccati. Forse è stata in parte sottovalutato l’interesse nei confronti del match, soprattutto anticipandolo al sabato. Nelle prossime ore faremo il punto della situazione».

Di sicuro, soprattutto in caso di salto di categoria, Limana avrebbe bisogno di diverse migliorie. In primis, almeno una tribuna aggiuntiva.

«Siamo sempre in costante dialogo con il comune, che deve fare i conti con le risorse e in ogni caso non si è mai sottratto dal darci una mano. Intanto c’è l’impegno da parte loro riguardante il rifacimento degli spogliatoi, ma più in generale andrà messa mano all’area».

Veniamo all’aspetto sportivo. Ora siete secondi e non vincete da tre giornate. Un caso oppure no?

«Non abbiamo mai corso pericoli reali, e questo già la dice lunga. Poi stiamo facendo i conti con pesanti defezioni soprattutto in attacco, tanto da dover ricorrere domenica a Fontana attaccante, lui che è un difensore centrale. Di sicuro i ragazzi si stanno allenando bene e siamo contenti dell’andamento fin qui della squadra. Vogliamo giocarcela nel derby, sapendo di affrontare una squadra altrettanto forte. Hanno inserito in organico calciatori di qualità, il loro presidente è una persona di grande intelligenza e portano avanti il lavoro predisposto negli anni».

Quanto è un’esigenza per voi il salire di categoria?

«Nessun obbligo. Stiamo portando avanti una collaborazione proficua con il Cavarzano e se Eccellenza sarà, dovrà permetterci di restare lì magari dando spazio a qualche nostro giovane. Se veniamo promossi bene, altrimenti ci riproveremo il prossimo anno. Il duello è serrato, oltre a noi e il Fiori Barp ci sono anche Fossalta Piave e Julia Sagittaria, senza dimenticare qualche compagine trevigiana. Le priorità organizzative e societarie, dopo due anni di pandemia, sono altre. Noi comunque cerchiamo di fare il meglio possibile, avvalendoci tra l’altro di un tecnico molto preparato».

Video del giorno

Quirinale, la rabbia di Renzi contro il centrodestra: "Sono irresponsabili, basta bambinate"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi