Il Limana Cavarzano non rallenta. Cassol: «Più forti delle assenze»

Federico Appocher, a segno domenica a Villorba

Il ds sulla vittoria pesante della capolista a Villorba. «Bravi a restare concentrati dopo il derby»

La vittoria nel derby? Non ha abbassato la tensione del Limana Cavarzano, anzi. Il 2-0 a Villorba firmato da Jacopo Paier ed Appocher ha al contrario certificato la crescita della squadra, come sottolinea il direttore sportivo Carlo Cassol.

E così i giallorossoblù rimangono in testa con un punto di vantaggio sullo Julia Sagittaria, tre sul Fiori Barp e sette sul Fossalta Piave. Ed a proposito, proprio il Fossalta è l’avversario di domenica, in un passaggio chiave di questo girone d’andata. Occhio tra l’altro ad una assai probabile variazione di campo, legata alle eventuali criticità per il meteo: la sfida dovrebbe essere giocata sul sintetico di Sedico, anziché sul manto in erba naturale di Limana. In chiave mercato invece non vengono escluse operazioni in entrata.

TONI BASSI

«La sfida con il Fiori Barp poteva magari bruciare qualche energia a livello emotivo», evidenzia Cassol. «Invece siamo ripartiti in una certa maniera, dando continuità alle prestazioni. Le quali, attenzione, non erano mancate neppure in quei tre pareggi consecutivi. Siamo contenti dunque di essere riusciti ad espugnare Villorba».

C’è un aspetto in particolare che la dirigenza del Limana Cavarzano gradisce, lo spirito mostrato dalla squadra.

«Il mister ha effettuato dei cambi di ruolo ultimamente, e dunque alcuni giocatori si sono trovati ad occupare una zona del campo una domenica ed un’altra la domenica successiva. Eppure tutti si sono dimostrati bravi ed umili nel saper adattarsi alle nuove esigenze. Ciò è merito del modo in cui si lavora».

Detto ciò, l’intenzione è mantenere il più possibile un profilo basso, al di là del desiderio di concludere nelle posizioni importanti della classifica. Nessun assillo di vittoria del campionato, comunque.

«Chi fa calcio sa bene come chiacchiere e campo rappresentino questione ben diverse. Abbiamo un certo tipo di ambizione, da raggiungere nel tempo attraverso un lavoro alla cui base vi è la mentalità e la professionalità. Non vi sono obblighi particolari, poi di sicuro prima dell’abolizione dei playoff parlavamo dell’idea di entrare nelle cinque posizioni iniziali. Adesso siamo in testa, ma manca ancora una vita a finire il campionato».

DEFEZIONI E MERCATO

Il Limana Cavarzano sta tra l’altro sopperendo bene a tanti problemi fisici. Sono fuori giocatori del calibro di Mastellotto, Lorenzo Moretti, Simone Malacarne, De Giacometti, Marco Paier, Radrezza e così via. Titolarissimi, sostituiti però alla grande sino adesso.

«Di questo aspetto andiamo particolarmente contenti. Perché è vero, stiamo facendo il conto con alcune defezioni pesanti, però in campo vanno altrettanti ragazzi magari con meno esperienza ma dotati di una giusta umiltà e fiducia. Ed in effetti stanno dimostrando il loro valore, come dicono anche i risultati».

Una volta recuperati tutti quanti, a tempi diversi l’uno dall’altro, il tecnico Parteli potrà di certo contare su una rosa arricchita proprio sotto il profilo della conoscenza della categoria. Ma nel frattempo tra poco apre il mercato.

«Dove si valutano le opportunità, senza però inserire a caso. Deve trattarsi di un rinforzo funzionale».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi