La Da Rold riavrà Candeago nel 2022. «Nessuna frattura ma la caviglia fa male»

Giovanni Candeago dopo l'infortunio mentre viene medicato

Parla il giocatore infortunato nella gara vinta contro il Savigliano. «Ero in ospedale, ho visto trionfare i miei compagni in diretta sul cellulare»

Non c’è frattura alla caviglia. Ed è già una gran bella notizia per Giovanni Candeago e tutta la Da Rold Logistics.

L’infortunio occorso allo schiacciatore bellunese ad inizio del terzo set della partita di domenica vinta in rimonta 3-2 contro il Savigliano non è comunque una cosa da poco. Parliamo pur sempre di una distorsione, la quale necessiterà nei prossimi giorni di approfondimenti per capire eventuali danni ai legamenti.

Nel frattempo all’atleta è stato applicato un bendaggio compressivo con ossido di zinco. Nei prossimi giorni Candeago dovrà utilizzare le stampelle poi, passato il gonfiore, si procederà a svolgere ulteriori accertamenti e solo a quel punto sarà possibile definire con certezza i tempi di recupero. Anche se un obiettivo il giocatore se lo è già dato.

«A dicembre di sicuro non vedrò il campo, però spero proprio a gennaio di essere pronto a dare il mio contributo alla squadra».

Come stai adesso?

«La notte tra domenica e lunedì la sofferenza c’è stata. Gli antidolorifici ora aiutano a limitare la sensazione di male, però mi sento già più tranquillo dal momento in cui mi hanno escluso la frattura. Adesso vanno valutati i legamenti. Però il programma di recupero lo abbiamo già studiato, assieme al fisioterapista e al preparatore atletico. Credo servirà almeno un mese, un mese e mezzo prima di giocare».

Nel momento clou delmatch, quando stavate provando a rientrare in partita, ti abbiamo visto andare a terra.

«Stavo ricadendo dopo un attacco e in quel momento ho sentito la caviglia andare verso l’esterno. Così l’istinto mi ha portato a girarla verso l’interno, ed ecco la doppia distorsione. Si tratta del mio primo vero infortunio pallavolistico, anche se qualche problema alla stessa caviglia lo avevo avuto una decina di anni fa. Sono stato subito portato in ospedale, in modo da svolgere gli esami di rito».

Non hai dunque neanche potuto assistere alla rimonta dei tuoi compagni di squadra.

«E invece sì… proprio in ospedale! Ho acceso subito la diretta sul sito della Lega Volley, perché volevo supportarli nel tentativo di ribaltare il risultato. Sono davvero contento di come mi ha sostituito Ostuzzi, e in generale dell’atteggiamento della squadra. Ciò ci ha permesso di ottenere i due punti».

A proposito, perché si era arrivati al doppio svantaggio?

«Il Savigliano nei primi due set si è dimostrato più cinico di noi. O meglio, nelle fasi più calde dell’incontro ha saputo concretizzare ogni opportunità a disposizione. Da lì in avanti è riemersa la nostra fame, all’interno di un incontro sempre combattuto e anche piacevole da vedere. Concordo con quanto detto nelle interviste dopo l’incontro dagli altri: se noi o loro avessimo vinto 3-0, non ci sarebbe stato niente da dire».

Settimo posto, 12 punti, sempre mossa la classifica dalla terza giornata in avanti… A volte non viene il rammarico per qualche risultato non pieno lasciato per strada, ad esempio nelle rimonte subite?

«No no, fa tutto parte del processo di crescita di una squadra neopromossa. In avvio di stagione stavamo sbagliando qualcosa, ed inoltre avevamo affrontato due big nelle prime due partite. Poi abbiamo calibrato anche il nostro modo di lavorare e ci siamo sbloccati».

Guardiamo al primo traguardo raggiungibile: la qualificazione al primo turno di Coppa Italia. Bisogna chiudere nelle prime otto a fine andata. È tra i vostri obiettivi?

«Non ne abbiamo parlato in modo specifico, però è un traguardo che possiamo raggiungere, senza dubbio. Si è visto trattarsi di un qualcosa alla nostra portata. Tra l’altro il match si disputerebbe domenica 2 gennaio. Magari quel giorno, torno a disposizione…».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Serie A, Dazn non funziona e i tifosi si sfogano sui social

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi