Falcade riabbraccia le Olimpiadi con lo snowboard. Dalmasso: fiera della mia terra

Lucia Dalmasso

«Sono orgogliosa ed emozionata per questa esperienza. Non andrò a fare la comparsa anche se mi sono resa conto che le rivali sono fortissime»

FALCADE. L’ultima volta che un’atleta di Falcade aveva indossato il pettorale a cinque cerchi era il 2010. I Giochi si svolgevano nella canadese Vancouver e a gareggiare in azzurro fu la fondista Magda Genuin, ottima quinta nella sprint.

Leggi gli articoli sui bellunesi alle Olimpiadi

A raccogliere il testimone di Magda, che ora vive sui Pirenei spagnoli, è oggi Lucia Dalmasso. Venticinque anni il prossimo 28 maggio, Lucia proviene da una famiglia di sciatori e fino a qualche anno fa era una delle speranze dello sci alpino. Poi, l'ennesimo infortunio alle ginocchia l’ha fatta dirottare sulla tavola. In pochi anni si è trasformata in una snowboarder da Coppa del Mondo, specialità parallelo.. La scorsa stagione l’ha chiusa in bellezza, con l’oro tricolore sia in slalom sia in gigante, in questo inverno 2021-2022 ha conquistato in Coppa due 12.mi posti, uno a dicembre a Cortina, uno a Scuol (Svizzera) a inizio gennaio. Ora, i Giochi di Pechino. La partenza è prevista per lunedì, 31 gennaio. La gara (il gigante) l’8 febbraio.

«Sono emozionata e fiera di me stessa per questa convocazione alle Olimpiadi» commenta Lucia. «Sono orgogliosa di rappresentare l'Italia e la mia terra. Non voglio fare la comparsa, anche se le mie rivali sono molto forti. Ogni gara per me è esperienza, in una disciplina nella quale sono ancora “giovane” visto che ad alti livelli la faccio dal 2016 e il mio primo risultato internazionale è arrivato nel 2018 mentre nel 2021 mi sono laureata campionessa italiana in slalom e in gigante».

«Sono contenta e orgogliosa» prosegue la ragazza di Falcade. «Vado ai Giochi per puntare il più in alto possibile e divertirmi. Partiamo il 31, dovrei partecipare alla sfilata. In questi giorni di allenamento è andata super bene». Grande attesa, naturalmente, a Falcade. «Quando abbiamo ricevuto la notizia della convocazione di Lucia alle Olimpiadi di Pechino 2022 è stato un momento di pura gioia per tutti noi che l'abbiamo vista crescere sulle piste della Ski Area San Pellegrino», dice Antonella Schena, presidente di Promo Falcade Dolomiti, l'ente di Promozione turistica che per la prima volta in questa stagione sostiene un'atleta in Coppa del Mondo.

«Falcade e la Val del Biois sono orgogliosi di avere una rappresentante nella Nazionale Italiana che porterà alto il nome del suo territorio nella massima competizione internazionale. Siamo ancora più orgogliosi perché Lucia, da questa stagione, indossa il marchio di Falcade Dolomiti e ne è stata testimonial nelle gare che l'hanno portata a questa grande esperienza. Da casa seguiremo le gare di Pechino tifando la nostra campionessa, augurandole un grosso in bocca al lupo!»

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Fast and Furious, ora si fa sul serio: la sfera gigante sventra il bus in corso Fiume

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi