Axel Bassani sbaglia le gomme e chiude molto lontano dai primi in gara 1

Axel Bassani

Il feltrino sedicesimo al debutto nel campionato. Oggi la seconda gara alle 14 (diretta Sky)

ARAGON (SPAGNA). Un esordio amaro in Superbike per Axel Bassani. Il pilota di Seren del Grappa, in sella alla Ducati, ha concluso il primo appuntamento della stagione in sedicesima posizione, complice la scelta errata della gomma per la gara.
Sulla pista di Aragon il feltrino ha optato per una mescola più dura rispetto a tutti i piloti in griglia e questa scelta non ha pagato, anzi, lo ha messo in difficoltà, facendogli tagliare il traguardo in una posizione ben lontana dalle aspettative.
Nelle qualifiche, infatti, il pilota del team Motocorsa Racing aveva ottenuto un ottimo nono tempo, che però non è riuscito a difendere e migliorare in Gara 1.

«Potevamo fare bene, ma purtroppo abbiamo sbagliato gomma. Eravamo gli unici in pista con le SC0, mentre tutti gli altri avevano quella un po’ più morbida», spiega rammaricato Bassani al termine della competizione, «ne abbiamo pagato le conseguenze e abbiamo fatto fatica in gara. Ora pensiamo di sistemarci per gli impegni di oggi».
Cambia stagione ma non cambia il vincitore. Esattamente come l’anno scorso il primo a tagliare il traguardo sulla pista di Aragon è stato Rea, in sella alla Kawasaki. Il pilota nordirlandese ha dimostrato subito di voler riprendersi lo scettro del campionato, passato nel 2021 al rivale Razgatlioglu su Yamaha. Proprio quest’ultimo è arrivato sul terzo gradino del podio, mentre tra i due si è piazzato Bautista, su Ducati, tornato protagonista dopo la passata stagione dove aveva ottenuto due soli podi.
La battaglia in Gara 1 è stata proprio tra Rea e il pilota spagnolo mentre Razgatlioglu è rimasto a guardare, accontentandosi della terza piazza, in una pista non favorevole alla sua Yamaha. I primi due classificati hanno battagliato per buona parte della gara e alla fine Rea l’ha spuntata sul rivale per soli 90 millesimi. In quarta e quinta posizione si sono classificati gli italiani Rinaldi e Locatelli, rispettivamente su Ducati e Yamaha.
Per Gara 2 di questo pomeriggio ci si attende una battaglia simile tra Rea e Bautista, i favoriti della corsa, mentre potrebbe restare ancora distaccato il campione in carica, su una pista non congeniale alla sua moto. Cercherà invece il riscatto Bassani che vorrà sicuramente migliorare la sedicesima posizione che non ha soddisfatto né lui e né il suo team ieri.
Programma di oggi: Warm up alle 9, Superpole Race alle 11, Gara 2 alle 14. Diretta Sky.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

"Io, venuto al mondo mentre Falcone moriva. L'ostetrica fuggì via: era la zia dell'agente Schifani"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi