Rebus panchina alla Dolomiti. Oltre a Gaburro spunta Carobbio

L’allenatore Filippo Carobbio

Ex giocatore di A e B, fu coinvolto nel calcio scommesse, ora allena il Brusaporto. In ribasso i nomi di Parlato e Tiozzo

BELLUNO

Nel casting c’è anche Filippo Carobbio. Il direttore generale Luca Piazzi – anzi, futuro diggì, non essendoci ancora l’ufficialità – vuole definire entro tempi non lunghissimi il nome del nuovo allenatore della Dolomiti Bellunesi.

In fondo stiamo parlando della scelta chiave, perché in base alle esigenze e caratteristiche del tecnico verrà costruita la squadra della prossima stagione. E tra i nomi sul taccuino spunta l’attuale tecnico del Brusaporto, compagine bergamasca al momento quinta nel girone B e dunque in piena corsa qualificazione playoff.

Un nome tra l’altro parecchio noto nel calcio nazionale. Prima per la sua lunga carriera da giocatore tra serie A e B, con le maglie di Reggina, Pistoiese, Albinoleffe, Genoa, Grosseto e Siena. In seguito, per il coinvolgimento nel terremoto calcioscommesse di una decina d’anni fa, a causa del quale nel 2011 era stato anche arrestato. Ne era seguita la confessione, il pentimento e il patteggiamento a 18 mesi a livello penale e a 26 mesi di squalifica. Soprattutto, aveva preso la decisione di fare nomi e cognomi degli altri coinvolti, tirando in ballo anche l’allora allenatore della Juve, Antonio Conte, che infatti venne squalificato in merito all’omessa denuncia riguardo a due partite del Siena. Conte, prima di approdare nel club bianconero, guidava infatti il club toscano.

Ad ogni modo, la seconda vita di Carobbio è ricominciata nel 2014 al Ciliverghe. Lo stesso sodalizio nel quale, nel 2017, ha preso il via il suo percorso di allenatore. È il tecnico del Brusaporto dal 2020 e secondo alcune indiscrezioni Piazzi ci starebbe pensando eccome, a fronte degli interessanti risultati ottenuti. È un profilo giovane, essendo nato nel 1979, ma ambizioso e conoscitore del calcio ad alti livelli.

Rimangono comunque in ballo altri nomi, come quello di Marco Gaburro ormai vicino a vincere il campionato con il Rimini ma la cui conferma in Romagna appare tutt’altro che scontata. Sembrano aver ormai perso quota, invece, sia Parlato e sia Tiozzo. Anche se soprattutto Parlato godeva di grande considerazione soprattutto ai vertici alti del club.

ANTICIPO COL MESTRE?

Intanto nel fine settimana si chiude il campionato della Dolomiti Bellunesi. Al Polisportivo è atteso il Mestre, ma resta ancora incerta la data. Probabile si giochi sabato, essendo la gara influente ai fini della classifica. Sarà l’occasione per il congedo davanti al pubblico amico e l’intenzione sarebbe vincere per toccare quota 50 punti, auspicando di superare il Caldiero così da concludere al sesto posto. Un piazzamento che renderebbe meno negativo il girone di ritorno, caratterizzato tra le altre cose da alcune pesanti sconfitte e dal cambio in panchina, con il dimissionario Renato Lauria sostituito da Alessandro Ferro per le ultime cinque giornate. Domenica ci sarà anche il big match Clodiense – Arzignano, con i vicentini che saranno promossi in caso di pareggio o vittoria.

MASOCH GOL

Quanto agli ex Dolomiti, da segnalare una rete decisiva di Yari Masoch nel Treviso. I biancocelesti stanno prendendo parte al triangolare delle seconde classificate dei gironi di Eccellenza, assieme al Montecchio Maggiore e al Borgoricco. La rete del centrocampista agordino ha permesso di espugnare Montecchio e al termine della fase d’andata tutte ed ora tre le squadre si trovano con una vittoria ed una sconfitta. Chi vince il triangolare disputerà la fase nazionale con in palio un posto in serie D. Ricordiamo che l’allenatore del Treviso è Andrea Zanuttig, autore del miracolo salvezza nel finale della scorsa stagione all’Union Feltre.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Storia, turismo, sport e glaciologia: la Marmolada oggi, spiegata in due minuti

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi