Maratona Dles Dolomites, 7000 ciclisti colorano la domenica sui passi dolomitici

Solito spettacolo alla classica di luglio (6180 maschi e 681 donne).  Sulla prova lunga i successi molto netti di Stefano Stagni e Marta Maltha. Bene Ludovica Rossi fra i bellunesi

ALTA BADIA (BOLZANO)

Stefano Stagni e Marta Maltha sono i vincitori della trentacinquesima Maratona dles Dolomites, la spettacolare corsa ciclistica da 138 chilometri e oltre quattromila chilometri di dislivello sui passi dolomitici.

Anche stavolta, ai piedi delle montagne più belle del mondo, la partecipazione è stata numerosissima, con quasi settemila iscritti di cui 6180 uomini e 691 donne, in una giornata molto calda e assolata.

Tre erano i percorsi che si snodavano ai piedi delle Dolomiti e che ripercorrevamo alcuni dei tratti che hanno caratterizzato la storia del ciclismo. La partenza è stata data ieri mattina all’alba a La Villa. Poi il saliscendi fra i passi dolomitici: Campolongo, Pordoi, Sella, Gardena, Falzarego, Giau e Valparola.

Il percorso Medio (106 chilometri e 3130 metri di dislivello) è stato vinto da Rossano Mauti in campo maschile e da Lisa De Cesare al femminile. Il Sella Ronda (55 chilometri per 1780 metri di dislivello), infine, è andato a Davide Ferrari tra gli uomini e a Milena Felici tra le donne.

L’occasione ha anche rappresentato una splendida cartolina per le Dolomiti: le telecamere di Rai 2, infatti, hanno garantito sei ore di diretta, dalle 6 alle 12 di ieri mattina, seguendo la corsa dall’inizio fino all’arrivo dei primi classificati del percorso lungo. Il lungo. Sul podio finale maschile, dunque Stefano Stagni trionfa in 4 ore e 27 minuti seguito da Tommaso Elettrico in 4 ore e 29 minuti e dal portoghese Goncalo Freitas in 4 ore e 30 minuti.

Sul fronte femminile, l’olandese Marta Maltha bissa la vittoria ottenuta l’anno scorso dopo essersi piazzata tre volte seconda facendo un tempo migliore di ben cinque minuti rispetto all’ultima vittoria.

«Non riesco a crederci, sono così felice. Vincere ancora su queste strade è meraviglioso. Non mi aspettavo un tempo così, sono stata con Annalisa Prato e Martina Trevisol sul Campolongo, sul Pordoi, poi sul Sella ho fatto il vuoto e ho pedalato in solitudine fino al traguardo. Magnifico».

Maltha ha completato il percorso lungo in 5 ore e 12 minuti davanti a Martina Trevisol e Annalisa Prato.

Entusiasta anche Stagni che ha rotto gli indugi sul Falzarego.

«Non credevo di poter vincere oggi», ha dichiarato a fine corsa, «però questa mattina mi sentivo bene. Quando ho saputo che i due battistrada erano a poco più di un minuto davanti a me ho iniziato a spingere. E già sulla discesa del Giau ho iniziato a credere nelle possibilità di una vittoria insperata. Sul Falzarego ho fatto la differenza ed ora eccomi qui, sul traguardo, con i crampi dappertutto. E una felicità totale».

Gli altri percorsi. Sul percorso medio, podio maschile composto da Rossano Mauti, Marco Pastacaldi e Franz Wieser, podio femminile formato da Lisa De Cesare, Olga Cappiello e Valeria Curnis. Vincitori del Sella Ronda, infine, Davide Ferrari, Federico Aicardi e Michael Hellweger tra gli uomini; Milena Felici, Laila Orenos, Elena Valentini tra le donne.

La curiosità. La giornata era dedicata al tema della flora ed era improntata alla sostenibilità. In questo senso, sono stati acquistati 16mila piatti in vetroceramica e stoviglie riutilizzabili riducendo del 70% l’uso della plastica. La data della prossima edizione, intanto, è già stata segnata sul calendario. Si terrà domenica 2 luglio 2023 e avrà come tema Umanité, umanità. I migliori.

Maschile. 136 km: 1. Stefano Stagni 4h27; 2. Tommaso Elettrico 4h29; Goncalo Freitas 4h30. 103 km: 1. Rossano Mauti, 2. Marco Pastacaldi; 3. Franz Wieser. 55 km: 1. Davide Ferrari; 2. Federico Aicardi; 3. Michael Hellweger.

Femminile. 136 km: 1. Marta Maltha 5h12; 2. Martina Trevisol 5h20; 3. Annalisa Prato 5h22. 103 km: 1. Lisa De Cesare, 2. Olga Cappiello; 3. Valeria Curnis. 55 km: 1. Milena Felici; 2. Laila Orenos; 3. Elena Valentini.

Ludovica Rossi

LUDOVICA ROSSI LA MIGLIORE FRA I BELLUNESI

Significativa presenza di atleti bellunesi alla Maratona dles Dolomites. Il risultato migliore arriva grazie ad una delle poche donne bellunesi in gara, Ludovica Rossi.
Ed è un risultato di assoluto rilievo. L’atleta classe 1004 di Belluno ha chiuso al terzo posto tra le donne Under 29 la gara da 106 chilometri. Di rilievo il suo tempo: 4.41.28. In campo maschile, ha centrato il podio di categoria anche Airis Fent. Il lamonese classe 1975 è arrivato terzo tra gli uomini nella 55 chilometri, fascia 45-49 anni. Quanto alla prova più dura (quella da 138 chilometri), gran tempo di Fabio Deola, trentanovesimo nella fascia 30-34 anni in 5.54.30. Questi tutti i bellunesi in gara.
Maschili. 55km. 30-34 years: 18. Francesco Turrin (Mel) 3.51.44. 45-49 years: 3. Airis Fent (Lamon) 2:17.46; 8. Willi Alverá (Cortina) 2.39.09. 50-54 years: 4. Franco Furgler (Arabba) 2.21.59; 99. Marco Sandi (Feltre) 4.07.14; 118. Gianni Marco De Paoli (Fonzaso) 4.18.09. 55-59 years: 68. Angelo Manfroi (Sedico) 3.33.33; 153. Danilo Nicoletto (Feltre) 4.21.23. 60-64 years: 55. Giacomo D'Incà (Cesiomaggiore) 3.51.41. 106 km. 19-29 years: 3. Francesco De Candido (Santo Stefano) 3.32.50. 35-39 years: 64. Luca Menel (Borgo Valbelluna) 5.44.55; 80. Matteo Bortot (Mel) 6.04.00. 40-44 years: 147. Ivano Maitti (Borgo Valbelluna) 6.47.01. 45-49 years: 22. Roberto Menardi (Cortina) 4.32.37; 97. Michele Zambelli (Cortina d'Ampezzo) 5.39.58; 111. Kristian Ghedina (Cortina) 5.47.49; 149. Vincenzo Mininni (Feltre) 6.12.17; 225. Luca Montibeller (Feltre) 6.56.24. 50-54 years: 39. Gianluca Ben (Agordo) 4.45.37; 66. Andrea Cautiero (Cortina) 5.01.15; 68. Claudio Fontanive (Agordo) 5.03.00; 131. Stefano Giraldi (Feltre) 5.32.22; 161. Massimo Cocco (Cortina) 5.44.47; 170. Arrigo Boito (Agordo) 5.48.44; 326. Massimo De Biasi (Feltre) 6.54.47; 343. Gabriele Caldara (Cortina d’Ampezzo) 7.05.16. 55-59 years: 61. Massimo Bertelle (Feltre) 5.09.03; 376. Giovannibattista Segurini (Cortina) 7.42.48. 60-64 years: 117. Dario Danieli (Borgo Valbelluna) 6.17.05. 65-79 years: 46. Carlo Croff (Auronzo di Cadore) 5.59.37. 136km. 30-34 years: 39. Fabio Deola (Borgo Valbelluna) 5.54.30. 40-44 years: 225. Giuliano Cesa (Borgo Valbelluna) 7.18.55; 363. Simone Tibolla (La Valle) 8.13.57. 45-49 years: 108. David De Col (Borgo Valbelluna) 6.33.05.
Femminili. 55km. 30-39 years: 12. Jessica Del Negro (Livinallongo del Col di Lana) 3.15.35. 106 km. 19-29 years. 3. Ludovica Rossi (Belluno) 4.41.28. 40-49: 39. Erica Zabot (Feltre) 7.06.08. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Crolli sulle Dolomiti. Ecco il distacco dal monte Pelmo. Squadre di soccorso all'opera

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi