In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Superbike, Bassani show a Barcellona e gran quinto posto del feltrino

Il pilota ha lottato per il podio (era secondo) fino a quando la gomma ha tenuto. «Dà morale per le prossime gare, peccato aver sbagliato pneumatico»

Giacomo Luchetta
2 minuti di lettura
Axel Bassani 

Super Bassani sulla pista di Barcellona. Il pilota feltrino ha tagliato il traguardo al quinto posto in Gara 2 ma, fino a che la gomma davanti ha tenuto, è stato protagonista assoluto della corsa che lo ha visto lottare con Rinaldi, Razgatlioglu e Rea.

Bautista ha preso il largo fin da subito, portando a casa la vittoria e la tripletta nel week end, alle sue spalle il podio è stato aperto fino agli ultimi giri. Con questo risultato Bassani ha consolidato il suo primo posto nella classifica dei team indipendenti e si è avvicinato in quella del mondiale a Locatelli, pilota ufficiale Yamaha, distante ora solamente tre lunghezze. Nella Superpole race della mattina “Elbocia” aveva chiuso in sedicesima posizione.

«È stato uno dei week end più difficili», ha commentato Bassani a Motosprint, «in Gara 1 abbiamo avuto sfortuna con i freni davanti e un grosso problema alla gomma nella Superpole Race. In Gara 2 siamo andati forte ma ho sbagliato la scelta dello pneumatico anteriore perchè a metà corsa era già terminato e non mi è rimasto che portarla a casa. Vedo il bicchiere mezzo pieno perchè abbiamo lottato con quelli davanti in una pista dove di solito facciamo fatica, questo ci darà morale per le prossime gare Nei primi giri ho dovuto spingere per risalire posizioni. Sicuramente non ha pagato la scelta della gomma davanti, con l’altra avrei fatto tre o quattro giri in più e sarei riuscito a restare con quelli davanti».

Per quanto riguarda l’anno prossimo, a breve dovrebbe essere data la notizia su quale moto sarà il pilota feltrino che però fa intendere che probabilmente non sarà una ufficiale. «Volevo una moto ufficiale come tutti, però purtroppo ad oggi i risultati non sono sufficienti», continua Bassani a Motosprint, «abbiamo dimostrato quanto valiamo, speriamo di continuare così anche l’anno prossimo. Nel 2024 si libereranno un po’ di posti e vedremo cosa riusciremo a trovare. Nel frattempo dobbiamo solo continuare a lavorare bene. Cosa è cambiato rispetto all’inizio della stagione? Siamo quasi partiti da zero perchè non abbiamo fatto test e perchè abbiamo cambiato la squadra. Tutto questo ovviamente ha pesato. Dopo alcune gare abbiamo iniziato a risalire e nelle ultime siamo andati bene».

Gara 2: Bautista, Rinaldi, Razgatlioglu, Rea, Bassani, Vierge, Oettl, Lecuona, Baz, Tamburini, Bernardi, Mahias, Van Der Mark, Laverty, Nozane, Locatelli, Mercado, Konig. Non classificati: Gutierrez, Gerloff, Ponsson, Lowes, Redding. Class. mondiale: Bautista 394, Razgatlioglu 335, Rea 327, Rinaldi 205, Locatelli 173, Bassani 170. Lowes 161, Lecuona 158, Redding 147, Vierge 99, Gerloff 92, Baz 88, Oettl 66, Mahias 47, Tamburini 34, Bernardi 32, Laverty 26, Van Der Mark 18, Nozane 14, Fores 12, Mykhalchyk 10, Ponsson 9, Syahrin e Haslam 4, Mackenzie 3, Hickman e Mercado 2. Classifica costruttori: Ducati 425, Yamaha 376, Kawasaki 355, Bmw 183, Honda 178. Calendario: 23-25 Algarve (Portogallo), 21-23 ottobre San Juan Villicum (Argentina), 11-13 novembre Mandalika (Indonesia).

I commenti dei lettori