Venture capital

Nei primi sei mesi del 2022 sono stati investiti 996 milioni in startup italiane

Nei primi sei mesi del 2022 sono stati investiti 996 milioni in startup italiane
I dati dell'Osservatorio sul Venture Capital in Italia. Nel secondo trimestre 2022, gli investimenti nel Venture capital italiano hanno raggiunto 552,6 milioni. +30% rispetto al secondo semestre 2021
2 minuti di lettura

Nel secondo trimestre 2022, gli investimenti nel Venture capital italiano hanno raggiunto 552,6 milioni di euro rispetto ai 443,6 del primo trimestre. Il numero di round di investimento invece ha invece registrato una contrazione: 57 nel secondo trimestre dell’anno contro i 76 dello stesso periodo dell’anno precedente. Sono i dati pubblicati dall’Osservatorio sul Venture Capital in Italia, realizzato da Growth Capital, il primo advisor italiano specializzato in aumenti di capitale e operazioni di finanza straordinaria per startup e scaleup, in collaborazione con Italian Tech Alliance, l’associazione italiana del Venture Capital, degli investitori in innovazione e delle startup e Pmi innovative. Il totale per i primi sei mesi dell'anno è 996 milioni di euro complessivi investiti. 

I maggiori round di investimento

Complessivamente, si legge nel report, nel primo semestre dell’anno sono stati investiti oltre 996 milioni, dato in aumento rispetto al secondo semestre 2021 (+30%), sebbene fortemente influenzato dal Serie B di Scalapay (188 milioni) e dal Serie A di Newcleo (300 milioni). I round annunciati nel primo semestre 2022 sono stati 133, il numero più alto del periodo 2017-2022, ad eccezione dei 147 del primo semestre 2021.

Il Q2-22 ha registrato il secondo miglior risultato negli ultimi 5 anni (552,6 milioni), con 1 investimento ben al di sopra dei 100 milioni. Indicazioni interessanti, spiega il report, emergono guardando alla segmentazione dei round per tipologia: i Serie A (418 milioni) e i Serie B (316 milioni) hanno raccolto più nel primo semestre 2022 che in tutto il 2021, con un incremento, rispettivamente, del 17% e del 66%. Si registra una contrazione degli investimenti Seed, che totalizzano poco più di un terzo della raccolta complessiva del 2021. In termini numerici, i round Seed si confermano la tipologia più rappresentata anche nel primo semestre 2022, con 76 round.

I settori che hanno attratto più finanziamenti

Nel primo semestre 2022, il primo settore in termini di ammontare raccolto è Smart City (322,6 milioni in 16 round), seguito dal Fintech (315,8 milioni in 20 round), e Food and Agriculture (88,9 milioni in 14 round). Smart City, DeepTech e Software sono gli unici settori ad aver manifestato una crescita numerica nel Q2-22 rispetto al Q1-22 (rispettivamente +8, +3 e +2).

I primi cinque round del Q2-2022 sono quello di Newcleo (Serie A, 300 milioni), Vedrai (Seed, 40 milioni), Arduino (Serie B, 30 milioni), Scalapay (Serie B, 24,3 milioni) e Cortilia (Serie C, 20 milioni).

Nel primo semestre, gli investitori esteri hanno partecipato al 29% dei round (in leggera crescita rispetto al 25% del 2021). In termini di ammontare raccolto, l’H1-22 ha visto l’aumento dell’incidenza dei round con presenza di investitori stranieri (68% vs 57% nel 2021), un trend già anticipato nell’Osservatorio Trimestrale VC del Q1-22 e che ci si attende proseguirà nel medio-lungo periodo.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito