Eni e l'energia accessibile a tutti grazie all'innovazione tecnologica

L'azienda è partner del Maker Faire di Roma, che si svolgerà nel quartiere Ostiense dall'8 al 10 ottobre. Una zona dove il colosso energetico sta investendo da anni
1 minuti di lettura

Eni rinnova, per l'ottavo anno consecutivo, la partnership con Innova Camera, l'Azienda speciale della Camera di commercio di Roma che organizza il Maker Faire 2021, in programma al Gazometro dall'8 al 10 ottobre. Eni sarà presente con un'istallazione diffusa lungo il percorso espositivo della fiera, in cui racconterà in varie tappe la trasformazione e la propria strategia di innovazione tecnologica.

Innovazione tecnologica che è la chiave di volta per far fronte a una delle sfide più importanti della contemporaneità: garantire a una popolazione mondiale in continua crescita l'accesso all'energia equo, sostenibile e affidabile e, allo stesso tempo, contrastare il cambiamento climatico abbattendo le emissioni di anidride carbonica.

Il quartiere Ostiense è stato inserito all'ottavo posto dal Guardian nella classifica del 2020 delle zone più promettenti d'Europa, unico caso italiano. Una superficie complessiva di dodici ettari dove Eni sta procedendo al recupero delle aree industriali e alle opere di bonifica. In questo contesto architettonico di storia industriale nasce così un vero e proprio "perimetro dell'innovazione".

Qui è stato già inseritoil quartier generale di Joule, la Scuola di Eni per l'Impresa, creata per promuovere la formazione imprenditoriale sostenibile e l'accelerazione di startup con iniziative di business inerenti gli ambiti della transizione energetica, della decarbonizzazione e dell'economia circolare. In questo luogo si è insediato di recente anche Zero, l'acceleratore clean-tech della rete nazionale di Cassa Depositi e Prestiti.