Arte e sport aiutano la montagna bellunese: l’asta benefica, dopo la mostra a villa Patt

Il ricavato del progetto RestartDolomiti verrà devoluto al fondo welfare per l’emergenza maltempo della Provincia

SEDICO

Si muovono anche i “DoloMitici!” per dare una mano concreta e contribuire economicamente alla ricostruzione del Bellunese duramente colpito dai drammatici eventi meteo. E prende forma il progetto RestartDolomiti a cura proprio di questo gruppo Facebook DoloMitici!, nato nel 2008 e che oggi conta oltre 81 mila amici.


«L’amore per cime e sentieri, che ci unisce da sempre – spiega il coordinatore del gruppo Dario Ganz – si è trasformato quasi naturalmente nel desiderio di aiutare la montagna ferita e le sue popolazioni».

«Discutendo con Dario – prosegue Alberto Rossi, che segue il progetto insieme ai DoloMitici! – ci è venuta così l’idea di sensibilizzare artisti e sportivi a donare una propria opera o oggetto personale da proporre in una mostra, che verrà allestita dal 19 gennaio al 26 gennaio 2019 a Villa Patt di Sedico. Questi oggetti diventeranno poi, proprio il 26 gennaio, protagonisti di un’asta pubblica e il ricavato verrà devoluto al fondo della Provincia “Welfare e identità territoriale – Solidarietà per l’emergenza nel Bellunese”» .

È già molto lunga la lista di coloro che, fin dalle prime battute di questo progetto, si sono resi disponibili a porre sul piatto un “pezzo di loro” a fini benefici. Come l’alpinista-fotografo Manrico Dell’Agnola (che ha offerto un quadro realizzato con una sua fotografia in bianco e nero della Marmolada), del disegnatore Fabio Vettori (che ha immortalato, con le sue famose formiche, la zona colpita dall’uragano-alluvione e il “popolo” dei soccorsi), della pittrice Silvia De Bastiani (che ha regalato uno dei suoi acquerelli), del campione di hockey Diego Riva (che ha consegnato una stecca usata sulle piste di ghiaccio), dello sciatore Kristian Ghedina (che ha messo a disposizione una sua tuta da gara).

«Il passaparola è stato contagioso – prosegue Alberto Rossi – e tanti altri artisti e sportivi generosi si sono già mossi o lo stanno facendo in questi giorni, consentendoci così di arricchire via via la nostra mostra e la successiva asta. Non solo dal Veneto, ma opere e oggetti ci sono arrivati anche da Brescia, Roma, Udine. La ditta Salvadori di Spresiano (Treviso) ci ha regalato centro metri di cornici per incorniciare i quadri. La tipografia Dbs stamperà il catalogo, che rimarrà come segno di tutto quello che stiamo facendo».

Fra gli artisti, per ora, hanno offerto le loro opere Ballestrin Sergio, Ballis Laura, Balsamo Maia per Balsamo Renato, Bernardi Walter, Bettio Carla, Bianchi Roberto, Biasi Olimpia, Bossone Riccardo, Calabrò Vico, Carraretto Lino, Cascella Orianna, Ceschin Livio, Daberto, Da Gioz Graziella, De Bastiani Silvia, De Eccher Riccarda, Farina Marta, Graia Alberto, Iat Isanna, Marmolada Anna, Modla Grace, Olivier Cosetta, Piccolin Dunio, Slis Pierluigi, Vettori Fabio, Rubin Mauro, Cavinato Paolo, Zardini Giulio.

Fra gli atleti, Compagnoni Deborah, Dell’Agnola Manrico, Ganz Maurizio, Ghedina Kristian, Lunger Tamara, Moro Simone, Nibali Vincenzo, Riva Diego, Sagan Peter, Tomba Alberto, Zanolla Maurizio (Manolo), Zorzi Cristian.

L’elenco aggiornato degli speciali contributori è consultabile al sito dolomitici.landen.co. «Chiediamo a tutti – conclude Dario Ganz – di darci una mano a far conoscere e apprezzare questo nostro progetto RestartDolomiti, sia per invitare ulteriori artisti e sportivi a farsi avanti e a dare il proprio personale contributo, sia per invogliare i bellunesi, e non solo loro, a fissare la data sul calendario per non perdere l’evento del 26 gennaio, che speriamo sia molto partecipato e porti buoni frutti». —
 

Video del giorno

La regina Elisabetta insiste per tagliare la torta con la spada: la buffa scena fa ridere tutti

Pakora con tzatziki di avocado

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi